Due chiacchiere con Francesco Basilone / Club News Interviste

Francesco Basilone accanito snowboarder della East Coast Appenninica, ci racconta la sua esperienza con la nuova realtà Abruzzo Wakeboard, il primo club italiano di wake a sorgere in riva al mare e precisamente all’Arena del mare, Pescara. Questo tratto di costa gode ottime condizioni meteo e venti non particolarmente forti, ma c’è di più a garantire un buon piano d’acqua: la diga foranea del fiume Pescara, una ulteriore barriera a vento e correnti marine. Con un paese come l’Italia con quasi 7500 km di costa non potevamo non essere curiosi di saperne di più di questo giovane club ed il suo presidente!

CIAO FRANCESCO, PARLACI UN PO’ DELLA TUA PASSIONE PER IL WAKE. DA DOVE NASCE?
Per me il wakeboard è stato da sempre uno sport divertente, che praticavo con i miei amici in alternativa allo snowboard nel periodo estivo. Ho cominciato al Lago del Salto all’età di 14 anni dove era nato da poco il Club CNVS. Tutti i fine settimana partivamo da Pescara per andare a trovare Riccardo Santori che è stato un pioniere in questo sport, è fu lui a farmi muovere i primi passi in questa disciplina.

IL MARE E’ SEMPRE STATO LI DAVANTI, QUANDO E COME E’ NATA L’IDEA DI FARCI UN CLUB PER IL WAKE?
In mare abbiamo sempre svolto l’attività con imbarcazioni di qualsiasi genere, gommoni e moto d’acqua. Pescara si è sempre rivelato uno spot ideale grazie al mare costantemente piatto. Col passare degli anni cresce la passione e la necessità di avere un’imbarcazione adeguata. Nel 2010 decisi di costituire il Club Abruzzo Wakeboard affiliato alla F.I.S.W., io e il mio Team avevamo bisogno di presentarci davanti agli Enti in maniera ufficiale e svolgere l’attività del wakeboard a 360°.

COSA VUOL DIRE LAVORARE IN MARE?
Creare un Club di wakeboard al mare è una novità assoluta, soprattutto è necessaria un’imbarcazione attrezzata e adeguata all’acqua salata, siamo l’unico Club ad avere un MasterCraft X-45. Questo tipo di attività si è sempre svolta al lago, lontano dagli occhi di tutti. Il wake al mare si presenta facile e pratico, un’attività splendida da svolgere durante le giornate estive e di vacanza.

IN CHE PERCENTUALE DIVIDERESTI L’UTENZA DEL TUO CLUB?
50% Principianti (molte persone vengono a provare incuriosite da questo nuovo sport adatto a tutti). 40% Amatori (ho un gruppi di persone che vengono a passare bellissime giornate con me in barca e giorno per giorno diventano sempre di più esperte). 10 % Prò (Siamo giovane come Club ma il Team è formato, con l’allenamento in nostro livello salirà sempre di più)

C’E’ UN RAPPORTO DI SCAMBIO DI UTENTI TRA IL TUO CLUB ED IL VICINO CABLE DI MANOPPELLO?
Il Cable di Manoppello, si è rivelato un ottimo trampolino di lancio per molti ragazzi dei paesi vicini, provando li si avvicinano alla disciplina del wakeboard e all’emozione di stare dietro una barca professionale. Io e il mio Team all’apertura del cable ci siamo subito cimentati in questo nuovo mondo, il livello si è subito rivelato alto e a settembre 2011 ci siamo laureati Campioni Italiani riportando tre medaglie d’oro.

AVETE ORGANIZZATO QUALCHE EVENTO NEL CORSO DELLA STAGIONE? COME E’ ANDATA?
Il 1° Tour Dell’Adriatico, è stato un grande passo per Abruzzo Wakeboard che si è presentato al pubblico con un evento promozionale aperto a tutti i livelli. L’idea è partita delle Olimpiadi del Mediterraneo tenutesi nel 2009, proprio nello specchio d’acqua adiacente al nostro Club. E stata un’occasione per riunirci e praticare il nostro sport al mare al livello agonistico. Molti gli spettatori incuriositi e molti gli appassionati che hanno partecipato all’evento. La giornata è stata strepitosa, tutti si sono divertiti e hanno portato a casa un premio. La classifica finale è stata 1° Damiano Solbiati, 2° Francesco Basilone, 3° Sebastian Marcos.

HAI UN TEAM CHE HA RECENTEMENTE OTTENUTO OTTIMI RISULTATI. CHI SONO I RAGAZZI?
I componenti del Team Abruzzo Wakeboard. Nella categoria open man: Damiano Solbiati, Francesco Basilone, Lorenzo Panata. Nella categoria open girls: Manuela Cicalini. Nella categoria junior: Alessandro Pacchione

DA RIDER E PRESIDENTE DI UN CLUB REPUTI IL TEAM UN VALIDO CANALE DI PROMOZIONE? ANCHE PER UN CLUB COME IL TUO, CHE IN RIVA AL MARE GODE GIA’ DI MOLTA VISIBILITA’?
Credo sia fondamentale la promozione di un Club attraverso l’attività agonistica, lo dico sia da rider che da presidente. Il Club viene rappresentato da i suoi atleti che portano alto il nome dell’associazione di cui fanno parte. L’attività del Club e anche nell’agonismo, portare i propri ragazzi sempre al massimo livello è importantissimo. Svolgere competizioni è una maniera per confrontarsi e far progredire qualsiasi sport. La sportività del gruppo cresce con l’aumentare del feeling che ci unisce tutti in un’unica passione il wakeboard, anche in club come il mio che si trova in riva la mare!

LA STAGIONE SI è ORMAI CONCLUSA, A CONTI FATTI COME E’ ANDATA? PROGETTI PER L’ANNO PROSSIMO?
La stagione è stata fantastica, ci ha regalato giornate strepitose e condizioni di mare veramente flat. Sono venuti tanti ragazzi nuovi che non avevano mai messo piede su una tavola e si sono appassionati al wakeboard. Anche quest’anno ci è servito di esperienza per prepararci all’estate 2012 con una marcia in più. Organizzeremo un evento ancor più grande, invitando atleti di un certo spessore. Fondamentale l’unione dei tutti i ragazzi che mi danno una mano a creare l’Abruzzo Wakeboard.

CIAO FRANCESCO GRAZIE MILLE PER L’INTERVISTA. SALUTA E RINGRAZIA PURE CHI VUOI.
Ringrazio in primis Riccardo Santori, il mio Team, tutti i componenti dell’Abruzzo Wakeboard e voi di Wake-Line per lo spazio di questa ITW. Adesso che avete tutte le informazioni non avete più scuse per non passarci a trovare. Abruzzo Wakeboard è a Pescara, presso l’Arena del Mare, in prossimità della Madonnina. Vi aspettiamo!

Comments (5)

  1. Ricky · novembre 16, 2011 ore 7:38 pm

    Bella Albeeeeeee………..Bella Basiiiiiii……
    I Giochi del Mediterraneo hanno rappresentato molto per Pescara…….cerchiamo con l’aiuto di tutti di cavalcare questa Big Wave con l’obbiettivo di creare uno spot fisso ed unico in riva al mare!!!
    Nel 2012 Pescara e’ citta’ europea dello sport……..ORGANIZZIAMO UN EVENTO SPESSO!!!!

    WL…..siete FORTI!!!!!!

  2. sebastian · novembre 19, 2011 ore 10:34 pm

    GRANDE FRANCE!

  3. Azzurra · novembre 20, 2011 ore 3:09 pm

    Ho letto l’intervista e spero che la pagina abbia un alta visibilità per la divulgazione del Wakeboard, uno sport adatto a tutti. Il Wakeboard è uno sport giovane, divertente e fantastico ho preso lezioni da Francesco questa estate e mi sono molto divertita, mi è piaciuto lo spirito sportivo di tutto il tim Abruzzo wakeboard e la pazienza di Francesco nel darmi le lezioni. Non vedo l’ora che ritorna l’estate per poter poterle riprendere!!!!Complimenti Francesco, continua così!!!!!

  4. Deassacrime · febbraio 16, 2012 ore 10:27 pm

    Si sbaglia. Sono sicuro.

  5. Mario · febbraio 20, 2013 ore 3:10 pm

    Ho letto con interesse l’ intervista fatta a Francesco Basilone e gli faccio i complimenti per il grande lavoro che sta svolgendo in Abruzzo ma vorrei ricordare che la prima scuola di Wakeboard a mare in Italia nasceva già nel 2004 a Mondello (Palermo) ed era la Mondello Wake Academy.
    È storia del Wakeboard…buon lavoro a tutti!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*